Pasta viola all’uovo (con barbabietola)

La pasta viola è un impasto colorato all’uovo per ottenere la pasta fresca di colori che vanno dal rosa al viola. La pasta all’uovo può essere colorata naturalmente sfruttando le proprietà degli ingredienti, come in questo caso, in cui la barbabietola rende la pasta da gialla a viola.

Il procedimento è il medesimo della pasta all’uovo, va aggiunta solo la polpa frullata della barbabietola. Oltre al bellissimo effetto ottico, la pasta viola è molto buona e piace tanto anche ai bambini. Condita con un sugo “bianco” fa ancora più effetto perchè risalta il colore acceso e rende il primo piatto ancora più invitante.

Per ottenere un colore rosa mettete poca barbabietola, aggiungetela all’occorrenza fino ad ottenere la gradazione di colore che preferite. Con questo impasto potete preparare tutti i formati di pasta fresca lunga, corta o ripiena in base alle vostre preferenze, è bellissimo anche mischiare colori fra loro.

Se volete provare altri colori per la pasta fresca potete provare la pasta arancione o rossa (con concentrato di pomodoro), la pasta verde (con spinaci) o la pasta nera (con nero di seppia).

PASTA VIOLA ALL’UOVO

Pasta viola all’uovo colorata naturalmente con la barbabietola rossa per ottenere un impasto dal rosa al viola.

Tempo di preparazione: 40 minuti

Per 4 persone


INGREDIENTI:

  • 400 g di farina tipo “0”
  • 3 uova
  • 5 g di sale fino
  • 80 g di barbabietola precotta

Note sugli ingredienti – Sgocciolate la barbabietola prima di frullarla, se è più liquida sarete costretti ad aggiungere della farina impastando, per ottenere un panetto consistente.


PREPARAZIONE:

Potete scegliere se formare l’impasto a mano sulla spianatoia o se usare una planetaria per facilitare il procedimento.

Fate una fontana sulla spianatoia con la farina, il sale e la barbabietola frullata con un mixer per ottenere una polpa.

Aggiungete al centro le uova sgusciate, incorporate i liquidi nei solidi prima con la forchetta poi impastate energicamente a mano per 5-10 minuti, fino a ottenere un panetto morbido.

In base alla tipologia di farina utilizzata e al suo grado di umidità, la farina viene assorbita in maniera diversa dalle uova e la barbabietola, perciò se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungete altra farina mentre impastate, se invece è troppo solido bagnatevi le mani con dell’acqua, così da aggiungere altro liquido.

Lasciate riposare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti l’impasto avvolto con della pellicola o in un sacchetto trasparente. questo tempo di riposo lo renderà omogeneo e più facilmente lavorabile.

Riprendete l’impasto, dividetelo in 4 parti e appiattite leggermente ogni pagnottella con il matterello.

Se volete procedere con la tiratura della pasta a mano vi consiglio di leggere QUI,troverete tanti consigli utili per imparare.

Se invece avete a disposizione una macchinetta tirapasta seguite il procedimento con i consigli e le foto che trovate QUI.

QUI trovate tutti gli articoli e le ricette della PASTA FRESCA FATTA IN CASA per usare questo impasto.

Alla prossima ricetta!


Libri di cucina scritti e fotografati da me:

PASTA FRESCA

CARNE, SALUMI E TERRINE 

PESCE

RISO E CEREALI

Potete ordinare i volumi in edicola o QUI SUL SITO per gli arretrati, saranno disponibili fino a 1 anno dopo l’uscita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *