SALTIMBOCCA ALLA ROMANA

I saltimbocca alla romana sono un piatto italiano di carne tipico della cucina romana. Si preparano con delle fettine di carne insaporite con prosciutto e formaggio, vengono cotti velocemente in padella e serviti come secondo piatto. Il prosciutto rilascia sapidità in cottura e insaporisce la carne senza aggiungere sale, il formaggio invece si scioglie appena e rimane filante quando il piatto è caldo. La carne di vitello con una cottura rapida rimane tenerissima e rilascia un sughetto da leccarsi i baffi, è perfetto per fare la scarpetta. Quando avete ospiti a cena e volete preparare un menù di carne i saltimbocca sono il piatto che non può mancare.

Oltre ad essere un secondo piatto saporito, è anche molto facile da fare e si presta ad essere preparato all’ultimo minuto. Durante i giorni feriali, quelli in cui il tempo per cucinare è sempre poco, i saltimbocca alla romana sono il piatto che faccio più di frequente. Se servite i saltimbocca alla romana con un’insalata mista e del pane tostato (o la piadina romagnola) otterrete una cena perfetta per tutta la famiglia. I saltimbocca sono buoni e tenerissimi appena fatti, il giorno dopo la carne è tenace e il formaggio si asciugherà. Per un menù di carne veloce oltre ai saltimbocca potete preparare anche gli involtini di prosciutto cotto e funghi o i bocconcini di pollo e pancetta.

SALTIMBOCCA ALLA ROMANA

Fettine di vitello condite con prosciutto crudo, fontina e salvia, cottura veloce in padella.

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Per 4 persone


INGREDIENTI

  • 400 g di fettine di vitello (4 fettine circa da 100 g)
  • 60 g di fontina a fette
  • 80 g di prosciutto crudo a fette
  • 10 foglie di salvia fresca
  • olio extra vergine di oliva
  • pomodori ciliegini o datterini
  • 20 g di cipolla rossa
  • insalata mista
  • sale fino

Note sugli ingredienti – Potete usare le fettine che preferite per i saltimbocca (maiale, vitellone..), vi consiglio quelle di vitello perchè rimangono molto tenere e si cuociono rapidamente. – Se non avete il prosciutto crudo potete usare la pancetta stagionata o lo speck. – Se in frigo avete altri formaggi potete sostituirli alla fontina, evitate la mozzarella o altri formaggi freschi perchè rilasciano acqua.

Che padella usare?

Per la cottura dei saltimbocca vi consiglio una padella larga dai bordi bassi e possibilmente antiaderente. In questo modo potrete fare una cottura unica di tutti i saltimbocca e li toglierete con facilità senza che il formaggio si attacchi alla padella.


PREPARAZIONE:

Per fare dei saltimbocca saporiti e teneri servono fettine di vitello molto sottili. Se avete a disposizione delle fettine troppo spesse disponetele su un tagliere schiacciatele con un batticarne in maniera uniforme per appiattirle.
Le fettine devono essere di piccole dimensioni, se sono troppo grandi dividetele a metà.
Stendete su ciascuna fetta di carne 20 g di prosciutto crudo circa, ricoprite con un pezzetto di fontina e terminate con una foglia di salvia.
Se usate il prosciutto crudo non serve salare la carne perchè rimane già saporita, se invece sostituite con pancetta o altri affettati salate leggermente la carne.
Infilate uno stuzzicadente per fissare tutti gli strati insieme e fate la stessa operazione con ogni fettina ci carne.
Fate scaldare sul fuoco la padella e quando è ben calda versate un filo d’olio e i saltimbocca.
lasciate cuocere con un coperchio a fuoco moderato per 4-5 minuti.
Nel frattempo condite con olio e sale l’insalata, i pomodorini tagliati a metà e la cipolla tagliata finemente.
Disponete l’insalata su un piatto da portata e quando i saltimbocca sono pronti trasferiteli sull’insalata.
Servite il piatto da caldo per avere il formaggio filante.

Varianti:

Potete arrotolare le fettine  con la farcitura all’interno e fermarle con lo stuzzicadente: otterrete dei gustosi involtini che cuocerete con le stesse modalità.

Facili, veloci e buonissimi!

Ricetta tratta dal mio libro di cucina CARNE, SALUMI E TERRINE  pubblicato in edicola per la collana “Fatto in casa” il 09/12/2017.


Alla prossima ricetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *