Coniglio in umido: ricetta facile con pomodoro o senza

Il coniglio in umido è un secondo piatto tradizionale della cucina italiana tra i più noti per il pranzo della domenica. La carne di coniglio viene cotta lentamente in padella con o senza passata di pomodoro per qualche ora, fino a quando la carne risulterà tenera da sciogliersi in bocca. Oltre ad essere un secondo saporito e gustoso sia a pranzo che a cena, è un piatto di condivisione che potete assaporare con la famiglia o con gli amici anche per ricorrenze speciali (Natale, Pasqua). La cottura in umido è fra le mie preferite perchè rende la carne tenera e mantiene tutto il suo sapore anche nel sughetto che si forma in cottura. Questo piatto è perfetto anche per i bambini perchè la carne di coniglio è leggera e dal sapore delicato, di solito è un secondo che adorano.

Difficile resistere a un secondo di carne così invitante, con qualche consiglio sulla cottura la carne si taglierà con la forchetta e si dividerà facilmente dall’osso. Se servite il coniglio in umido appena cotto ha un sapore divino, ma se aggiungete un pò di acqua (o brodo) e lo riscaldate a fuoco moderato diventa cremoso il sughetto e la carne si mantiene tenerissima. Potete preparare il coniglio in umido con le spezie e le erbe aromatiche che preferite, più è profumato e più sarà saporita la carne. Potete servire il coniglio in umido con diversi contorni: chips di patate al forno, cipolle stufate o l’ insalata di patate. Se siete alla ricerca di altri piatti per un menù di carne completo QUI troverete qualche idea.

CONIGLIO IN UMIDO

Tempo di preparazione: 25 minuti

Tempo di cottura: 2 ore

Per 4 persone


INGREDIENTI:

  • 1 coniglio a pezzi (1,2 kg circa)
  • 130 ml di vino bianco
  • 120 g di pomodorini
  • 30 ml di olio extra vergine di oliva
  • 30 g di cipolla
  • 1/2 costa di sedano
  • 1 carota piccola
  • 10 g di farina (facoltativo)
  • 10 g sale fino
  • 1 spicchio di aglio
  • pepe nero macinato
  • erbe aromatiche fresche (timo, maggiorana, alloro, rosmarino..)

Note sugli ingredienti – Le dosi di olio e sale sono indicative e variano in base ai vostri gusti personali. – Se non avete i pomodorini o volete fare il coniglio al pomodoro aggiungete 200-250 g di passata di pomodoro o 3 cucchiaini di concentrato. – La farina serve a rendere più cremoso il sugo del coniglio, se non ne avete in dispensa o volete un secondo senza glutine potete ometterla.


PREPARAZIONE:

Lavate e mondate il sedano, la carota e la cipolla.

Tritateli molto finemente al coltello o metteteli in un mixer frullando a scatti.

In una padella stretta e larga mettete l’olio e le verdure mixate, fate soffriggere dolcemente sul fuoco.

Nel frattempo in una ciotola mettete la carne di coniglio e conditela con sale, farina  e pepe, mescolando bene con le mani per far aderire il condimento.

Trasferite la carne nella padella e fatela rosolare da entrambe le parti a fuoco vivace.

Aggiungete le erbe aromatiche e i pomodorini (o la passata di pomodoro) divisi a metà senza semi.

Sfumate con il vino bianco e fate evaporare tutto l’alcol.

Proseguite la cottura sul fornello medio a fuoco basso mettendo un coperchio socchiuso.

Fate cuocere per 2 ore circa girando 2-3 volte il coniglio durante la cottura per evitare che si attacchi.

Se necessario aggiungete 1 mestolo di acqua o brodo per non far asciugare troppo il sugo.

Togliete l’aglio e sostituite le erbe aromatiche prima di servire.

Se lo mangerete in un secondo momento: aggiungete 1 cm circa di acqua o brodo e rimettete sul fuoco medio con coperchio.

Varianti:

Potete aggiungere delle spezie per dare un sapore più esotico al coniglio (curcuma, curry, berberè, paprika dolce o piccante..).
Potete aggiungere delle olive taggiasche o in salamoia, lavatele sotto l’acqua prima di aggiungerle al coniglio.


Alla prossima ricetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *