Bimbi in viaggio: Perchè viaggiare con i figli

Data di pubblicazione 15/05/2021
Categoria: Mamma e Bambino
Le vacanze sono un occasione importante per trascorrere in famiglia momenti fuori dalla routine. Quando i genitori hanno più tempo da dedicare ai figli, possono approfittare dell'occasione per godersi la spensieratezza dei bambini o rafforzare il rapporto con i figli adolescenti. Tutto questo rende il genitore più rilassato, sereno e soddisfatto. Dal canto dei figli invece, loro possono godere della presenza del genitore, vivendo insieme a loro esperienze e momenti indimenticabili.

Destinazione e durata della vacanza


E' importante scegliere la destinazione della vacanza tenendo in considerazione tutte le preferenze dei partecipanti (mare, montagna, campagna..). Tuttavia, la destinazione della vacanza e la durata del soggiorno è di secondaria importanza rispetto ad altri fattori: ad esempio, una breve vacanza con entrambi i genitori è meglio di una lunga vacanza con un solo genitore. Per la scelta della destinazione è utile tenere conto della possibilità dei genitori, alla comodità e agli eventuali problemi di salute (allergie..). Se ne avete la possibilità, trascorrere più di una settimana in un altro contesto permette alla famiglia di ambientarsi e di "creare" i ricordi che rimarranno di questa esperienza.

Cosa fare in vacanza per rendere tutti partecipi

Durante la vacanza, per rafforzare l'equilibrio famigliare è utile scambiare i ruoli fra i genitori, occuparsi di attività diverse aiuta mamma e papà a capire i problemi e le difficoltà del partner e rafforza il legame naturale di tutta la famiglia.
Alcune attività rendono indimenticabile una vacanza: ai più piccoli piace esplorare e passeggiare all'aria aperta, sentire e vedere gli animali in libertà e circondarsi dei colori della natura. In queste occasioni si può parlare con loro, spiegare ciò che vedono e far sentire la propria presenza e l'affetto. Leggere libri e raccontare storie ai bambini attinenti a ciò che stanno scoprendo soddisfa la curiosità dei figli e li sprona a domandare e partecipare attivamente all'esperienza.
Dal primo anno di vita, la lettura è uno strumento importante di comunicazione fra genitore e figlio


Torna alla lista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti