Gocciole fatte in casa: friabili e golosissime come le originali senza burro!

Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15 minuti per ogni teglia
Dosi per 40 biscotti
Difficoltà Media
Le gocciole sono i famosi biscotti friabili e golosi che rimangono croccanti per giorni e sono perfetti da inzuppare nel latte. Dopo numerosi tentativi sono riuscita ad ottenere delle gocciole fatte in casa simili alle originali, con la stessa friabilità, golosità e consistenza. Ovviamente a casa ne andiamo matti, e ultimamente la colazione e la merenda che va per la maggiore è con latte e biscotti inzuppati. La friabilità di questi biscotti è data dalla fecola di patate, che da una consistenza molto diversa rispetto alla farina. Inoltre, sono senza lattosio e  senza burro, non perchè siano dietetici ma la cosa è voluta per renderli meno "morbidi" in bocca ed evitare la consistenza del comune biscotto in pasta frolla. Il risultato è un biscotto goloso e croccante, buono da mangiare anche da solo per uno spuntino in ufficio.

Preparare le gocciole è facilissimo, sporcherete solo una ciotola e vi potete fare aiutare dai bambini. L'impasto si prepara in pochi minuti mischiando tutti gli ingredienti e non deve riposare in frigo, perciò in 30 minuti infornerete i vostri biscotti per la merenda!  Sono dei biscotti strepitosi da regalare per le festività (Natale, Pasqua, festa del papà, festa della mamma..) e se riuscite a non mangiarli tutti subito si conservano fino a una settimana.
Se siete dei veri golosi potete provare anche i biscotti morbidi al cioccolato, i biscotti alla marmellata o i biscotti con gocce di cioccolato.
Ingredienti
  • 200 g di fecola di patate
  • 200 g di farina “00” + altra per spolverare
  • 140 g di zucchero semolato
  • 2 uova medie
  • 90 ml di olio di semi
  • 90 g di gocce di cioccolato fondente + altre per decorare
  • 8 g di lievito per dolci
  • 10 g di cacao amaro in polvere
  • 1 pizzico di sale fino
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o i semi di una bacca)
Note per gli ingredienti Potete usare più o meno cacao amaro in base ai vostri gusti. - Le gocce di cioccolato vi consiglio di usarle fredde di frigo, questo perchè non si scioglieranno troppo in cottura e lavorerete più facilmente l'impasto. - Al posto delle gocce di cioccolato potete usare anche il cioccolato fondente tagliato a pezzi con un coltello, in questo modo potete riciclare il cioccolato delle uova di Pasqua.
Preparazione Preriscaldate il forno a 180° C in modalità statica.
In una ciotola sgusciate le uova, aggiungete lo zucchero, l'estratto di vaniglia e il sale, mescolate energicamente fino a far sciogliere lo zucchero.

Versate l'olio, unite la farina, la fecola, il cacao amaro e il lievito.
Mescolate prima con una forchetta, poi aggiungete le gocce di cioccolato fredde e lavorate tutto con le mani fino a ottenere un panetto morbido.

Stendete l'impasto con il matterello tra due fogli di carta da forno fino allo spessore dato dalle gocce di cioccolato, aiutatevi con la farina.
Con uno stampo tondo o con un coltello ricavate dei tondi e con le mani modellateli a forma di goccia.
Io per comodità ho fatto un taglietto con il coltello "a ore 10" (come se il biscotto tondo fosse un orologio) e l'ho aperto verso destra, modellando la forma con le dita.
I primi che ho fatto erano meno precisi, poi sono riuscita bene, in ogni caso potete prepararli anche di altre forme o più semplicemente tondi.

Se volete rendere le gocciole ancora più simili alle originali prendete altre gocce di cioccolato e ne inserite 3-4 per ogni biscotto.
Trasferite i biscotti distanziati su una teglia con carta da forno e cuoceteli in forno caldo per 15 minuti circa.
Non devono biscottare, appena la parte sotto inizia a dorarsi e si formano delle crepe in superficie toglieteli dal forno.
Fateli raffreddare completamente e conservateli in un vaso di vetro o di latta chiusi con coperchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Elisabetta Bianchi Ho provato a casa la ricetta e mi è molto piaciuta! I miei bambini l'hanno mangiata a merenda.
La Penisola del GustoGrazie mille Elisabetta, sono davvero contenta che sia piaciuta a te e ai tuoi bimbi!

Libri di cucina scritti e fotografati da me