Focaccine soffici di patate e rosmarino (deliziose e morbide, perfette da farcire!)

Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 20-25 minuti
Dosi per 26 focaccine
Difficoltà Media
Le focaccine di patate sono preparate con lievito di birra, contengono le patate lesse nell’impasto che le rendono super soffici e leggere. Il procedimento è simile a quello del pane fatto in casa ma l’aggiunta dei condimenti, delle patate nell’impasto e del rosmarino in superficie rende queste focaccine davvero irresistibili! Sono senza uova e sono perfette per l’aperitivo, per un buffet o servite con qualsiasi secondo piatto di carne o pesce.

Si conservano perfettamente morbide per qualche giorno se le mettete in una bustina di plastica. Farcite con formaggio, patè di pomodori secchi o affettati diventano uno stuzzichino perfetto. Se per questa ricetta volete usare il LIEVITO NATURALE (pasta madre o li.co.li) potete sostituirlo al lievito di birra senza variare il procedimento, vedrete però che i tempi per il raddoppio nella lievitazione saranno più lunghi. Per avere una perfetta elasticità dell’ impasto (specialmente con lievito madre) potete fare le PIEGHE DI RINFORZO fra le due lievitazioni delle focaccine. Potete impastare sia con la planetaria che energicamente a mano.

Per fare queste focaccine salate ho usato la Farina Petra 1111 “tipo 1” del Molino Quaglia perchè è perfetta con tutti i lievitati dolci o salati, rende l’impasto ancora più rustico e ricco di fibre.


Ingredienti
  • 450 g di farina Petra "tipo 1" o altra farina forte
  • 300 g di patate lessate (peso da cotte senza buccia)
  • 300 ml di acqua
  • 12 g di lievito di birra fresco (1/2 cubetto)
  • 50 g di burro fuso tiepido (non caldo)
  • 10 g di sale fino
Per spennellare la superficie:
  • olio extra vergine di oliva
  • sale fino
  • rosmarino
Preparazione Lessate le patate in acqua bollente per 30 minuti circa (dipende dalla dimensione), quando riuscite ad infilare una forchetta all'interno sono pronte.
Togliete la buccia esterna e con una forchetta riducetele in purea.
In una ciotota capiente sciogliete il lievito nell'acqua (a temperatura ambiente), aggiungete la farina e le patate lessate.

Amalgamate gli ingredienti poi aggiungete il sale ed il burro fuso tiepido, continuate ad impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo e morbido.

Lasciate lievitare fino al raddoppio per 1 ora e 1/2 o 2 (in base alla temperatura) lontano da correnti d'aria, io mi trovo bene a tenere la ciotola con l'impasto nel forno spento con lucina accesa (28°C).
Sgonfiate l'impasto e trasferitelo sulla spianatoia leggermente infarinata, se volete potete fare delle pieghe di rinforzo, altrimenti dividete l'impasto in pezzetti di 30 g circa.
Chiudete le palline verso il basso per ottenere una superficie liscia.

Mettete le palline distanziate su una placca ricoperta con carta da forno ed appiattitele leggermente. Fate lievitare per 1 ora e 1/2 o 2 con le stesse modalità della prima lievitazione.
Spennellate la superficie delle focaccine con l'olio e salate la superficie con sale fino, poi mettete il rosmarino e cuocete a in forno caldo statico a 190°C per 20 minuti circa.
Il tempo di cottura può variare in base al forno, se volete le focaccine più croccandi esternamente mettete il forno ventilato negli ultimi 5 minuti di cottura.

Sfornate le focaccine e mettetele a raffreddare su una piana di legno o capovolte, non sulla placca da forno calda.
Conservate le focaccine in un sacchetto di plastica perché rimangano morbide.

Varianti

FOCACCINE DI PATATE E OLIVE: aggiungete all’impasto delle olive snocciolate a pezzi.

FOCACCINE DI PATATE E POMODORINI: Aggiungete dei pomodorini in superficie al posto del rosmarino, li tagliate a metà e li private dei semi interni.

"Sono davvero buonissime, per i vostri buffet all’aria aperta sono perfette, farcitele come più vi piace e servitele tiepide per fare un figurone con i vostri ospiti!"


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Libri di cucina scritti e fotografati da me