Paella ai frutti di mare (ricetta classica facile, da preparare in casa!)

Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Dosi per 4 persone
Difficoltà Media
La paella è un piatto tradizionale spagnolo a base di pesce, il suo nome deriva dalla paellera, ovvero il recipiente in cui viene cotta, che deve essere a fondo piatto, largo e dai bordi bassi.
Chi è stato in Spagna conosce sicuramente la paella, perchè oltre ad essere un piatto delizioso è anche un piatto di condivisione e di festa. Viene servito in porzioni abbondanti, in un unica ed enorme "casseruola" talmente ricca di ingredienti e di sapore che vi farà innamorare! 
Le varianti della paella sono tantissime, soprattutto perchè viene preparata con il pesce fresco o comunque più stagionale possibile, quindi in base al pesce che troverete nella vostra pescheria, la potete preparare.
La paella è un piatto saporito e delizioso per ogni occasione, se avete ospiti a cena o cercate un primo per un menù di pesce, ecco la ricetta per non rimanere mai delusi.
Si tratta di un piatto unico perchè contiene carboidrati (riso), proteine (pesce e pollo) e verdure, per i bambini io la preparo senza crostacei e limitando i condimenti, ma con le stesse modalità.
"Vi consiglio di mangiare la paella quando è tiepida o calda per gustarla al meglio!"
Ingredienti
  • 350-400 g di riso Carnaroli
  • 300 g di vongole lupino
  • 300 g di cozze
  • 250 g di calamari
  • 200 g di gamberi
  • 250 g di petto di pollo
  • 200 g di pomodori ciliegini o datterini
  • 2 funghi freschi (facoltativo)
  • 50 g di cipolla o scalogno
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperone rosso
  • 150 g di piselli freschi o decongelati
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 pizzico di paprika piccante
  • brodo di pesce o fumetto di crostacei
  • 1-2 bustine di zafferano
  • sale fino
  • olio extra vergine di oliva
  • 1,5 lt di acqua o brodo di pesce
Note per gli ingredienti Il pesce che utilizzerete per la paella è a vostra scelta, in base alla reperibilità, alla stagionalità e ai vosti gusti potete variare il pesce. Il peperone è un ingrediente che caratterizza la paella, quindi vi consiglio in ogni caso di usarlo, se non vi piace molto potete magari mettere solo metà peperone, mentre invece i funghi sono un ingrediente facoltativo, perciò potete non metterli. - Potete aggiungere degli scampi freschi a metà cottura e se volete un colore più marcato anche 200 ml di passata di pomodoro.
Preparazione In una padella larga e stretta mettete a scaldare il brodo (o il fumetto) con una bustina di zafferano, 2 se volete un colore giallo più marcato.
Quando arriva a bollore abbassate il fuoco.
Intanto prendete il pesce, lavatelo sotto l'acqua corrente fredda e pulitelo: sgusciate e togliete il "filo nero" ai gamberi incidendoli.
Pulite i calamari, lavate le vongole e private le cozze dalla "barba".
Tagliate ad anelli i calamari e i gamberi a metà con un coltello.

Tenete tutto il pesce in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.
Su un tagliere tagliate il pollo a a cubetti di 2 cm per 2 cm circa e lo scalogo finemente al coltello.

Pulite e lavate i pomodori, i funghi, il peperone a cubetti.
In una casseruola capiente e larga mettete 2 cucchiai di olio, lo spicchio di aglio e lo scalogno tritato, fate stufare a fuoco dolce per circa 3 minuti poi togliete l'aglio e aggiungete i calamari per altri 2 minuti.
Aggiungete il pollo a cubetti e tutte le verdure: pomodori, funghi, peperoni e piselli,  fate cuocere a fuoco alto per 5-7 minuti, salate  e se necessario aggiungete un mestolo di brodo (o fumetto).
Mescolate di tanto in tanto, aggiungete il riso e 3/4 del brodo e la paprika, lasciate cuocere per 6 minuti poi aggiungete anche le cozze, le vongole e i gamberi.
Ultimate la cottura del riso, aggiungendo gradualmente altro brodo di pesce se ce l'avete (altrimenti acqua), salate e mescolate all'occorrenza.
Togliete dal fuoco e fate riposare per qualche minuto.
Aggiungete abbondante olio e il prezzemolo tritato finemente al coltello, mescolate bene e servite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Libri di cucina scritti e fotografati da me