Zuppa Inglese: la ricetta facile, con una sola crema due gusti!

Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Dosi per 1 pirofila da 26 cm
Difficoltà Media
La zuppa inglese è un dessert italiano a base di Pan di Spagna imbevuto nel liquore alchermes e crema pasticcera. Per la base biscotto, più semplicemente si possono usare i biscotti savoiardi o i Pavesini, facilitando così il procedimento del dolce. Si tratta di un dolce facile da preparare, perfetto come dopo cena quando avete ospiti o da servire nelle occasioni speciali (festa della mamma, festa del papà, Natale, Pasqua..). Si chiama "zuppa inglese" ma non è chiaro quali siano le sue origini, poichè ne parlò l'Artusi nel suo famoso libro e si diffuse principalmente nel centro Italia. Questo dolce è una prelibatezza da servire in modo conviviale (in pirofila), oppure in bicchieri o coppette monoporzione, anche con più strati di biscotti. Preparando una sola crema otterrete il gusto alla vaniglia classico e quello al cioccolato, una furbata per rendere questo dolce veloce da preparare.
Se vi piacciono i dolci al cucchiaio potete provare anche la panna cotta con 4 ingredienti, il tiramisù classico o il tortino colante al cioccolato.
Ingredienti
  • 100 g di biscotti savoiardi o pan di Spagna
  • 30 ml di alchermes rosso
  • 30 ml di acqua
Per la crema pasticcera classica e al cioccolato:
  • 1 lt di latte intero
  • 150 g di zucchero semolato
  • 100 g di farina
  • 4 uova intere medie (o 10 tuorli d'uovo)
  • scorza di limone
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o 1/2 bacca
  • 100 g di cioccolato fondente
Note per gli ingredienti Per la base di biscotti potete utilizzare i savoiardi fatti in casa, i Pavesini o il pan di Spagna. - Per la crema pasticcera potete decidere se utilizzare le uova intere o l'equivalente di soli tuorli, otterrete due creme diverse: la prima più delicata, quella con i soli tuorli sarà molto più concentrata di sapore.
Preparazione

Come preparare la crema pasticcera classica e al cioccolato

Sgusciate le uova in una ciotola, aggiungete lo zucchero e con una frusta montate il composto fino a quando diventa chiaro e spumoso.

In una casseruola dai bordi alti mettete il latte, la scorza di limone e la vaniglia, scaldate il composto sul fuoco.
Nella ciotola con le uova aggiungete la farina e lavorate bene il composto fino a quando diventa liscio.
Versate il contenuto della ciotola nella casseruola e mescolate.

Fate cuocere la crema a fuoco medio fino a quando diventa molto densa, mescolate continuamente per evitare che si attacchi sul fondo.
Togliete la casseruola dal fuoco, versate 700 g di crema in una ciotola e copritela con la pellicola a contatto con la crema.
Aggiungete il cioccolato fondente tritato o a pezzi nella casseruola con la crema rimanente e mescolate bene fino a quando il cioccolato sarà completamente sciolto e la crema di un colore omogeneo.

Trasferite anche la crema al cacao in una ciotola e mettete la pellicola a contatto con la crema, togliendo l'aria non formerà la pellicina in superficie.
Fate raffreddare le creme prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero.

Come preparare la zuppa inglese

Prendete una pirofila o delle coppette monoporzione, io ho usato una pirofila ovale da 26x20 cm e mi è avanzata della crema.
In un piatto fondo mettete l'alchermes e l'acqua, preferisco diluire questo liquore perchè è molto forte, ma potete anche utilizzare 60 ml di alchermes.
Bagnate velocemente i biscotti nel liquore e disponeteli uno affianco all'altro sul fondo della pirofila.

Prendete le creme ormai fredde dal frigorifero, spalmate uno strato di crema al cioccolato sui biscotti, livellando bene la superficie.
Stendete uno strato di crema classica, livellandola bene, poi mettete le creme in due differenti sac à poche con la punta tonda, potete anche decidere di fare un secondo strato di biscotti.

Decorate la superficie del dolce alternando ciuffetti di crema classica e crema al cioccolato.
Per una decorazione ancora più golosa potete tritare del cioccolato fondente con un coltello e metterlo su tutta la superficie del dolce.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Libri di cucina scritti e fotografati da me