Orzotto: piatto unico di orzo, verdure e carne (anche in versione vegana!)

Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di preparazione 30 minuti
Dosi per 4 persone
Difficoltà Facile
L‘orzotto è una minestra non troppo liquida a base di orzo, che si cuoce come un risotto, cioè aggiungendo gradualmente il brodo. Il primo orzotto che ho mangiato è stato nelle baite in montagna per scaldarmi dopo aver sciato, da quel momento ho iniziato a farlo anche a casa e mi ricorda ogni volta la montagna. Il suo sapore intenso e invitante mi ha colpito fin da subito ed è diventata una delle zuppe invernali più frequenti sulla nostra tavola. Questa minestra è facile da preparare, sporcherete solo una casseruola, rimane buona anche scaldata il giorno dopo e potete personalizzarla con verdure o spezie a vostro piacere.

Potete preparare questo comfort food per il pranzo della domenica o come primo piatto dei giorni feriali. L’ orzotto infatti, è un piatto unico e saziante, a differenza di altre zuppe cremose rimane abbastanza tosto perchè gli ingredienti non scuociono. L’orzo si cuoce in contemporanea a verdure a cubetti e salsiccia (o pancetta) stufata, la carne serve a insaporire maggiormente questo piatto. Se volete preparare un orzotto vegano vi basterà omettere la carne e far insaporire l’orzo e le verdure con delle spezie. I tempi di cottura variano dalla tipologia di orzo che utilizzerete, perciò guardate le indicazioni sulla confezione.
Ingredienti
  • 300 g di orzo perlato
  • 100 g di patate gialle
  • 160 g di impasto di salsiccia (2 salsicce)
  • 100 g di sedano
  • 70 g di carote
  • 30 g di cipolla
  • 20 g di Parmigiano grattugiato
  • 1 noce di burro (o 1 filo d’olio)
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • brodo o acqua calda
  • sale fino
  • prezzemolo (facoltativo)
Note per gli ingredienti Se volete preparare un orzotto vegano vi basterà omettere la carne, il burro e il parmigiano, e fate insaporire l’orzo e le verdure con il brodo di verdure - Le quantità delle verdure sono a vostro piacere, l’importante è che siano tagliate a piccoli dadini per potersi cuocere nei tempi dell’orzo, potete usare anche verdure già cotte che avete in frigo (funghi, cavolfiori, peperoni, zucchine..). - L'orzotto non può essere senza glutine perchè l'orzo ne contiene, però potete fare la stessa ricetta con il riso per ottenere un saporito risotto.
Preparazione Versate l’orzo in uno scolapasta e lavatelo sotto l’acqua corrente.
Lavate e pulite tutte le verdure: sbucciate le patate, le carote e la cipolla.
Su un tagliere tritate la cipolla finemente con un coltello e le altre verdure a cubetti più piccoli che riuscite.
Mettete sul fuoco una casseruola con l’olio e le verdure, fate stufare per qualche minuto poi aggiungete le salsicce tolte dal budello (o la pancetta), mescolando con un cucchiaio per sgranarle.
Quando si sono tutte divise (dopo 5-6 minuti) aggiungete l’orzo, quindi cominciate a versare gradualmente il brodo caldo (o l’acqua) mescolando di tanto in tanto.
Proseguite la cottura per il tempo suggerito sulla confezione dell’orzo.
Lasciate riposare l’orzotto fuori dal fuoco per 3-4 minuti, poi mantecate con la noce di burro (o un filo d’olio), il Parmigiano e il prezzemolo tritato finemente al coltello.
Potete accompagnare l’ orzotto con delle fette di pane tostato e condito con olio e sale fino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Elisabetta Bianchi Ho provato a casa la ricetta e mi è molto piaciuta! I miei bambini l'hanno mangiata a merenda.
La Penisola del GustoGrazie mille Elisabetta, sono davvero contenta che sia piaciuta a te e ai tuoi bimbi!
ivan ma il burro ed il latte, quando vengono incorporati?
La Penisola del GustoCiao Ivan!! Grazie per la tua segnalazione, ora ho corretto il testo, comunque per sicurezza all'inizio della pagina trovi la video ricetta, così puoi seguire facilmente tutto il procedimento, buon pomeriggio!
Mariavittoria Scusate, mancano i tempi di cottura!. A quanto e per quanto tempo? inoltre il forno deve essere ventilato o normale? si deve mettere sotto o sopra la temperatura? o soltanto sotto o solo sopra? il ripiano giusto quale è? grazie tante.
La Penisola del GustoCiao Mariavittoria, si in realtà questa è solo la ricetta della pasta frolla, poi per la farcitura con marmellata o crema di nocciole i tempi cambiano e li ho indicati nelle singole ricette. Comunque mediamente le crostate si cuociono a 180°C per 40 minuti circa, a forno statico (cottura sia sopra che sotto senza ventola) già caldo, nel ripiano più basso del forno. Qui trovi la ricetta della crostata alla marmellata https://lapenisoladelgusto.it/ricetta/crostata-marmellata/?recordId=35193-86&tqfp=5657_1_86
Enrica Rovelli Già fatta il risultato ottima adesso proverò a rifarla il la stagione è adatta
La Penisola del GustoCiao Enrica, sono davvero contenta che ti sia piaciuta, questa torta è una delle mie preferite! :)
Angélique Beau gâteau, bien appétissant,Good!
La Penisola del Gusto
Merci beaucoup, je suis content que vous ayez apprécié!
Loredana Finalmente una ricetta che riesco a fare in modo veloce e soprattutto la crema rimane densa !!!! Piace molto a tutta la famiglia
La Penisola del GustoQuesto mi fa molto felice, grazie per aver provato la ricetta!!!
Lucia
Paola Wowww deliziosi. I biscotti con il burro non mi vengono mai bene..faccio solo frolla all'olio. Buona serata
La Penisola del GustoDavvero? Provali, vedrai che ti verranno perfetti!!! :)
Paola Il mio dolce preferito perfetto in qualsiasi momento della giornata. Buona serata
La Penisola del GustoAnche io lo adoro, grazie mille Paola!!!

Libri di cucina scritti e fotografati da me