Pesto di basilico (facile e veloce, la ricetta tradizionale ligure!)

Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 0 minuti
Dosi per 1 vasetto da 250 g
Difficoltà Facile
Il pesto di basilico è una salsa versatile e saporita che può essere usata per condire la pasta o insaporire le pietanze. Lo uso sui crostini come antipasto, nei sughi di verdure, sulle verdure grigliate o in maniera classica per condire la pasta. Ogni estate ne preparo tanto perchè è facilissimo, veloce da fare, economico e può essere conservato tranquillamente per una settimana in frigo o in congelatore per molto tempo. Si chiama pesto perchè nella ricetta tradizionale gli ingredienti si pestano al mortaio. Per ragioni di tempo io uso un minipimer, emulsiona bene gli ingredienti ed è velocissimo. Con pochi ingredienti e una “frullata” veloce avrete subito un condimento da leccarsi i baffi, non comprerete mai più un pesto confezionato!

I segreti per un pesto perfetto:

-Gli ingredienti principali devono stare almeno un ora a raffreddarsi in congelatore (o in frigo), in questo modo il pesto rimarrà molto verde, se fosse caldo o a temperatura ambiente verrebbe più scuro.
-Una volta frullato o pestato deve essere coperto di olio per evitare che venga a contatto con l’aria.
-Le foglie del basilico devono essere le più tenere, possibilmente appena raccolte per sprigionare tutto l’aroma della pianta.
-Il condimento della pasta va fatto a crudo, perchè se si fa bollire il pesto si scurisce e perde l’aroma intenso di freschezza.
Ingredienti
  • 100 g di basilico fresco
  • 100 ml di olio extra vergine di oliva
  • 10 g di pinoli
  • 30 g di pecorino grattugiato
  • 1/2 spicchio di aglio
  • olio extra vergine di oliva
  • sale fino
Note per gli ingredienti Al posto dei pinoli potete utilizzare altra frutta secca (mandorle, pistacchi, noci..) - Se avete del parmigiano in frigo potete usarlo al posto del pecorino in pari quantità.
Preparazione Mettete il basilico, l'aglio ed i pinoli in congelatore per almeno un'ora, tolti dal congelo saranno come in foto, non spaventatevi per la consistenza che prenderanno con lo shock termico, il colore invece diventa un verde molto più intenso con il freddo.

Frullate in un boccale gli ingredienti che erano in congelo, aggiungendo gradualmente l'olio, il pecorino (o parmigiano) ed il sale con un frullatore ad immersione o pestateli al mortaio come da tradizione ligure.
Mettete il pesto in dei barattolini e copritelo con altro olio, questo per fare in modo che l'olio non faccia andare il pesto a contatto con l'aria e che il pesto si conservi perfettamente in frigo.

I vasetti si possono lasciare in frigo per una settimana o più, il rimanente lo potete porzionare in degli stampi in silicone da cioccolatino (o in plastica da ghiaccio e lo mettete in congelo.

"Con il pesto potete preparare gli spaghetti al pesto e patate o i testaroli al pesto di rucola!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Libri di cucina scritti e fotografati da me