Sbriciolata con ricotta e amarene (deliziosa con guscio friabile di pasta frolla!)

Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Dosi per Stampo tondo da 24 cm
Difficoltà Media
La sbriciolata con ricotta e amarene è un dolce dal guscio croccante e l’interno morbidissimo con una crema di ricotta deliziosa. Si chiama “sbriciolata” perchè l’impasto ha inizialmente una consistenza sabbiosa, viene amalgamato per poco tempo e poi sbriciolato nello stampo usando solo una ciotola. L’impasto sbriciolato ha un sapore simile alla pasta frolla ma contiene meno uova e tende ad essere molto più friabile dopo la cottura.

Questa torta ha un sapore delizioso, si prepara in poco tempo con gli ingredienti freddi di frigo ed è semplicemente fantastica per ogni occasione. Una fetta di sbriciolata con ricotta e amarene è un dessert strepitoso se servita con una pallina di gelato alla vaniglia, ma potete mangiarla sia per la colazione che per la merenda. La crema di ricotta senza cottura all’interno della torta la rende morbidissima e piace tanto anche ai bambini, che non amano dolci asciutti. Per la ricorrenza di San Valentino, per Pasqua o per qualsiasi altra ricorrenza, la sbriciolata con ricotta e amarene è un dolce che accontenta sempre tutti!

Ingredienti Per l’impasto:
  • 300 g di farina “00”
  • 130 g di zucchero a velo
  • 130 g di burro freddo
  • 1 uovo medio
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o i semi interni di una bacca)
  • scorza di 1 limone grattugiata
  • 1 pizzico di sale fino
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci (6 g)
  • zucchero a velo per spolverare la superficie
Per il ripieno:
  • 400 g di ricotta di mucca
  • 100 g di zucchero a velo
  • 230 g di amarene sciroppate Fabbri
Note per gli ingredienti Vi consiglio di usare le amarene sciroppate Fabbri (con le amarene denocciolate intere), non lo sciroppo che si usa di solito per fare i ghiaccioli o i drink. – La ricotta di mucca ha un sapore più delicato rispetto a quella di pecora perciò la trovo più adatta alla preparazione dei dolci. – Se non avete le amarene sciroppate potete usare la marmellata di frutta che preferite.
Preparazione In una ciotola capiente mettete la farina, lo zucchero a velo, il lievito, il burro freddo di frigo, l’estratto di vaniglia (o i semi) e il sale fino.
Lavorate con le mani il composto fino a quando diventa di una consistenza sabbiosa, io di solito uso un guanto in lattice perchè mi rimane più facile e non si attacca l’impasto.
Aggiungete l’uovo sgusciato al centro e la scorza di limone grattugiata (solo il giallo).

Lavorate per qualche istante il composto e mettetelo subito in frigorifero per almeno 30 minuti.

Preriscaldate il forno in modalità statica a 180°C.
In una ciotola mettete la ricotta (senza la sua acqua di vegetazione) setacciata bene con un colino e lo zucchero a velo, lavorate bene il composto fino ad ottenere una crema liscia. Se non setacciate la ricotta il composto vi risulterà più grumoso.

Imburrate e infarinate uno stampo tondo a cerniera da 24 cm (o usate un foglio di carta da forno), sbriciolate metà dell’impasto sul fondo fino a ricoprirlo totalmente e pressatelo leggermente con le mani.
Mettete tutta la crema di ricotta fino quasi ai bordi dello stampo, con un cucchiaio versate anche lo sciroppo di amarene e le amarene intere. Lo sciroppo può essere mischiato anche all’interno della crema di ricotta senza separare i due ingredienti.

Sbriciolate con le mani il rimanente impasto su tutta la superficie della torta e cuocete in forno caldo per 40-45 minuti circa, quando diventa dorata tutta la superficie il dolce è pronto.
Lasciate raffreddare, spolverate con lo zucchero a velo e servite.
Conservate il dolce in frigorifero coperto con pellicola per qualche giorno (se riuscite a non mangiarlo tutto prima).

Varianti

  1. Se volete un ripieno rosa più omogeneo potete mischiare lo sciroppo e le amarene direttamente nella ricotta, assaggiate il composto per non eccedere con lo zucchero.
  2. Quando le fragole o le ciliegie sono di stagione potete lavarle, tagliarle e passarle in padella con 2 cucchiai di zucchero, otterrete uno sciroppo di frutta che potete usare al posto delle amarene in questa torta sbriciolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Libri di cucina scritti e fotografati da me