Baccalà in umido con patate (ricetta classica economica e facile!)

Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Dosi per 4 persona
Difficoltà Media
Il baccalà in umido è un secondo piatto di pesce della cucina contadina, un piatto tradizionale che in passato veniva preparato in diverse occasioni, tra cui la viglia di Natale e di Pasqua perchè perchè i cattolici per la vigilia non mangiano carne.
Si tratta di un comfort food invernale, caldo come una zuppa, sostanzioso come un piatto unico. Il baccalà è un pesce economico, facile da preparare perchè viene venduto in pescheria già ammollato e con pochissimi scarti, dovrete solo togliere la pelle e le spine come vi spiego qui.
La cottura in umido rende il baccalà morbido da sciogliersi in bocca, assorbe tutti gli odori e diventa super saporito, con un sughetto cremoso a prova di scarpetta con il pane.
La preparazione è simile a quella dello spezzatino di carne, non è difficile, servono pochi ingredienti e una volta aggiunti tutti in padella va lasciato cuocere a fuoco basso. Se preferite potete cuocere il baccalà in umido anche in forno!
Ingredienti
  • 700 g di baccalà ammollato
  • 450 g di patate
  • 250 ml di passata di pomodoro
  • 100 ml di vino bianco fermo
  • 20 g di cipolla
  • 20 ml di olio extra vergine di oliva
  • sale fino
Note per gli ingredienti Se non avete le patate e volete sostituire con altra verdura potete usare i piselli decongelati o freschi.
Preparazione Pulite il trancio di baccalà seguendo il procedimento passo a passo che trovate qui.
Su un tagliere con un coltello tagliate il baccalà a pezzetti di 2 cm circa.

In una casseruola bassa e larga mettete l'olio e la cipolla tritata finemente al coltello.
Fate soffriggere per qualche minuto a fuoco vivace, poi aggiungete il pesce, salatelo e lasciatelo rosolare da tutti i lati, fino a quando evapora tutta l'acqua rilasciata dal pesce.
Sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare tutto l'alcol.

Lavate bene sotto l'acqua le patate, pelatele e tagliatele a tocchetti.
Aggiungete la passata di pomodoro e le patate nella casseruola, mescolate e lasciate prendere il bollore.

Quando arriva a bollore socchiudete la casseruola con un coperchio e abbassate la fiamma, deve sobbollire per tutta la cottura.
Se serve aggiungete altra acqua, dopo 35 minuti togliete il coperchio e aggiustate di sale, continuando la cottura fino a quando il sughetto diventa cremoso e le patate sono cotte (15-20 minuti).
Potete cuocere il baccalà anche in forno, a 160-170°C, mescolando di tanto in tanto.

"Servite il baccalà in umido con delle fette di pane tostato!"


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Libri di cucina scritti e fotografati da me