Biscotti al burro di arachidi: la ricetta facile!

Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 10-12 minuti
Dosi per 15 biscotti
Difficoltà Facile
biscotti al burro di arachidi (o peanut butter cookies) sono dei biscotti fragranti e saporiti di origine americana, squisiti per la colazione o per uno spuntino. Questi biscotti si preparano in 15 minuti e senza tempi di riposo dell'impasto, si conservano morbidi fino a 10 giorni. Nelle colazioni americane il burro di arachidi viene spalmato sul pane, sulle fette di plumcake e sui biscotti, come la marmellata, il suo sapore intenso è buonissimo per farcire qualsiasi cosa. Il burro di arachidi contenuto nell'impasto di questi biscotti potete prepararlo in casa con la ricetta che trovate qui, vi serviranno solo 2 ingredienti. Il burro preparato con le arachidi è  cremoso e ricco di grassi buoni, perfetto per dare energia in tutta la giornata.
Per questo i biscotti al burro di arachidi sono la colazione genuina per le vostre mattine, un concentrato di bontà che vi rende energici e sazi fino al pranzo.

"Il profumo che emanano questi biscotti durante la cottura è delizioso!"

Ingredienti
  • 200 g di burro d'arachidi neutro
  • 120 g di zucchero semolato o di canna fine
  • 100 g di fecola di patate
  • 40 g di farina bianca o integrale
  • 30 ml di olio di semi
  • 1 uovo medio
  • 4 g di lievito per dolci
Note per gli ingredienti Potete utilizzare la farina senza glutine al posto della farina bianca. - Potete aggiungere la cannella in polvere nell'impasto o le gocce di cioccolato.
Preparazione Sgusciate l'uovo, lavoratelo con le fruste elettriche e aggiungete gradualmente lo zucchero.
Quando otterrete un composto chiaro e spumoso aggiungete l'olio di semi, il burro d'arachidi, la fecola di patate e il lievito.
monto le uova con le fruste elettriche per preparare impasto dei biscotti fatti in casa al burro
Aggiungete anche la farina, mescolate prima con la forchetta poi impastando con le mani, fino ad ottenere un panetto morbido.
Prendete un pezzetto di impasto alla volta, compattatelo con le mani e schiacciatelo, cercate di compattare anche il bordo.
Disponete i biscotti distanziati su una teglia rettangolare ricoperta con carta da forno.
stendo i biscotti distanziati sulla placca da forno formo le palline e le schiaccio
Con una forchetta schiacciate ogni biscotto, poi girate la teglia e pressateli anche dall'altro lato per incrociare le righe ottenute.
formo i biscotti al burro di arachidi sulla teglia da forno per la cottura
Cuocete in forno caldo statico a 180°C per 10-12 minuti, quando inizia a colorare il fondo dei biscotti sfornateli e lasciateli raffreddare sulla teglia.
Conservate i biscotti a temperatura ambiente in una scatola di latta o in un barattolo di vetro, si conservano fino a 10 giorni.
pasta frolla per biscotti al burro di arachidi facile senza burro come quelli americani dolci semplici genuini per la colazione
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Campi obbligatori

Commenti degli utenti

Cristiana Rodriguez Buonasera. Faccio spesso gelati e tiramisù ma, poiché in entrambi non c’è cottura, cerco di pastorizzare i tuorli. Però ho tre problemi : il primo é che io non uso lo zucchero ma l‘eritritolo e non so se la pastorizzazione sia lo stesso efficace. Poi uso meno quantità di dolcificante, rispetto a quella che leggo serva. Per esempio, per il tiramisù utilizzo 6 uova e 150g. di zucchero. Come posso fare, visto che voi dite ne servano 100g per 3 uova? Altro grosso problema: il termometro non arriva mai a 121 ma proprio al massimo a 112. Va bene lo stesso? Grazie
La Penisola del GustoCiao Cristiana! Per lo zucchero non è un problema perchè se ti piace il dolce meno zuccherato e ne metti meno non altera l'equilibrio del dolce in questo caso. L'eritritolo non l'ho mai usato quindi non posso darti una mia opinione se lo sostituisci. Il concetto della pastorizzazione è portare il composto di acqua e zucchero (sciroppo) a una temperatura che possa far arrivare le uova alla temperatura di almeno 80 gradi, quindi secondo me se arrivano a 112 gradi e non ha caramellato (mi raccomando!) va bene lo stesso!
Lucia

Libri di cucina scritti e fotografati da me